Automazione degli edifici

L’Automazione e il Controllo degli Edifici (BAC – Building Automation and Control) aumentano il comfort e la produttività usando meno energia, riducendo così i costi e la bolletta.

Operando in maniera indipendente ed insieme ad altri singoli sistemi tecnici, tali controlli possono far risparmiare grandi quantità di energia in un edificio medio; questi risparmi aumentano ulteriormente quando i sistemi di controllo interagiscono tra loro, come per esempio tramite il sistema di gestione energetica dell’edificio (BEMS). Inoltre, un tale sistema scoprirebbe ben presto errori operativi e diagnosticherebbe difetti nei sistemi tecnici degli edifici.
Troppe volte il miglioramento energetico negli edifici è focalizzato solamente sulla costruzione (come per es. l’isolamento) e gli accessori installati (come i LED o i boiler ad alta efficienza), ma trascura le opportunità di una operatività più efficiente e dinamica: qui è dove entrano in gioco i controlli avanzati e l’automazione.

Esempi di riduzione dei consumi energetici, realizzabili attraverso i BAC:
Gli smart HVAC (1) (riscaldamento, ventilazione, condizionamento dell’aria) usano sensori per limitare il consumo di energia in zone non occupate.
Il bilanciamento automatico dei sistemi idronici (2) regola continuamente il flusso e la pressione all’interno delle tubazioni e dei radiatori per ottimizzare la generazione, la distribuzione e l’emissione di calore attraverso l’edificio.
Sensori e comandi (3) permettono di variare la richiesta di ventilazione, ottimizzando il livello di qualità dell’aria indoor al minimo costo energetico.
Nell’acqua calda sanitaria controlli avanzati (4) possono ridurre la temperatura senza provocare rischi alla salute dovuti alla legionella.
I controlli avanzati di illuminazione (5) evitano un uso eccessivo di quest’ultima, attraverso dei dimmer che si regolano in funzione della luce del giorno ed all’occupazione dei locali.
La schermatura della luce solare (6) regola la quantità di calore solare e luce diurna che entra nell’edificio.

Agendo come indipendenti e collegati a singole tecnologie, tali controlli possono far risparmiare grandi quantità di energia in un edificio di tipo medio. Inoltre, un tale sistema rileverebbe subito gli errori nel funzionamento e diagnosticherebbe difetti nei sistemi tecnici. Le tecnologie interagiscono anche con il sistema energetico – al di fuori dell’edificio stesso. Un edificio intelligente può automaticamente adattarsi (entro preferenze individuali preregolate) secondo le necessità variabili di energia e le fluttuazioni dei prezzi.

L’assetto (automatizzato) di un edificio facilita l’uso delle fonti rinnovabili ed aumenta la stabilità complessiva della rete, fornendo alla stessa massicci spostamenti del carico e capacità di accumulo.

(Tratto da DecarbEurope 2017, capitolo sulla Automazione degli Edifici)
DecarbEurope, capitolo 7

Scarica e leggi il capitolo dedicato all’Automazione degli edifici, con i paragrafi:

pag.72 – Proposta
pag.73 – Come Funziona
pag.74 – 10 Fatti
pag.75 – 5 Soluzioni Politiche
pag.76 – I Leader dell’Industria
pag.78 – Storie di Successo