Sistemi di motori elettrici

I motori elettrici sono uno dei componenti più importanti del mondo tecnologico nel quale viviamo. Oggi, persino le più modeste unità familiari arrivano facilmente ad avere dieci motori elettrici. A parte quelli più ovvii (nella lavatrice, nell’aspirapolvere e nel frullatore), vi sono i sistemi di pompaggio nei boiler del riscaldamento e dell’acqua calda,nella lavastoviglie, così come dei sistemi con ventilatore nei bagni, nei computer e nel microonde. Nell’industria, i motori elettrici sono ancora più diffusi e spesso nascosti in apparati chiusi come ventilatori, pompe o compressori.

Nella transizione verso un sistema energetico a zero carbonio, il ruolo dei motori elettrici crescerà ancora di più.

Una grande parte della transizione dai combustibili fossili comporta un’elettricità generata da fonti rinnovabili ed avverrà adottando pompe di calore e veicoli elettrici. Entrambi sono all’incirca tre volte più efficienti delle loro controparti a combustibili fossili e sono azionati da un motore elettrico. In uno scenario di economia a zero carbonio, la quota totale dei sistemi di motori quadruplicherà, passando dall’8% al 32% dell’uso finale di energia: per questo è tassativo rendere alta l’efficienza energetica di questi sistemi. La tecnologia per farlo è già disponibile sul mercato e la sua adozione è positiva, soprattutto in prospettiva dei costi lungo il ciclo di vita. Un buon lavoro è già stato fatto: dal 2011 nell’UE sono obbligatori gli standard sui livelli minimi di efficienza (MEPS) per le principali categorie di motori. Cionondimeno, c’è un grande potenziale di risparmio che potrebbe essere immesso grazie ad una migliore adozione degli standard esistenti, l’estensione dei MEPS verso altre categorie di motori, e più enfasi in un approccio generale al sistema dei motori elettrici.

Nella realtà il motore elettrico non funziona “isolato”: l’unità azionata dal motore consiste nel motore elettrico stesso, qualche volta nell’apparecchiatura di controllo come uno starter per avviamento dolce oppure un variatore di velocità (VSD), equipaggiamento meccanico di supporto (ingranaggio, cinghia, frizione, freno…) e l’applicazione che sta azionando (pompa, ventilatore, compressore). Il sistema motore include anche altri componenti che fanno subire perdite di energia mentre svolgono la loro funzione (condotte d’acqua o aria, valvole a farfalla, valvole). L’ottimizzazione dell’intero sistema motore è la maniera migliore per minimizzare l’energia usata e le emissioni di CO2.

(Tratto da DecarbEurope 2017, capitolo sui Sistemi di motori elettrici)
DecarbEurope, capitolo 3

Scarica e leggi il capitolo dedicato alle Sistemi di motori elettrici, con i paragrafi:

pag.32 – Proposta
pag.33 – Come Funzionano
pag.34 – 10 Fatti
pag.35 – 5 Soluzioni Politiche
pag.36 – I Leader dell’Industria
pag.38 – Storie di Successo