Il Rame e la Casa 2018: Design e Sostenibilità

L’Istituto Europeo del Rame (IER) torna con il biennale concorso de “Il Rame e la Casa” ormai giunto alla settima edizione e che quest’anno avrà come protagonista il tema della sostenibilità. Rispettare l’ambiente, riciclare ed evitare lo spreco di risorse sono argomenti più che mai attuali e l’utilizzo del rame viene incontro a queste esigenze concrete.

Il focus su sostenibilità e salvaguardia dell’ambiente è di imprescindibile importanza per il mondo di oggi e di domani, e per questo il concorso vuole puntare sulle potenzialità del rame: un metallo naturale, versatile, riciclabile al 100%, resistente e dalle numerose proprietà fisiche, meccaniche e chimiche. I vantaggi nell’utilizzo di questo materiale sono perciò molteplici, soprattutto dal punto di vista ecologico ed estetico.

Per un futuro sostenibile si deve ambire all’ideazione di progetti che coniughino risparmio energetico e minimo impatto ambientale dei materiali: nello specifico il rame per la sua duttilità, resistenza nel tempo e conduttività termica ed elettrica permette lo sfruttamento delle energie rinnovabili in maniera ottimale, rendendo gli ambienti più eco-sostenibili.

La partecipazione

Il concorso è nato nel 2006 con lo scopo di permettere a studenti e giovani professionisti di sperimentare con il rame, creando progetti innovativi ed originali che sottolineino la bellezza e la versatilità di un metallo antico.

La competizione è aperta a giovani designer o architetti under 40, e a studenti iscritti a scuole o facoltà di design e architettura.
I partecipanti delle diverse categorie possono presentarsi individualmente o in gruppo, e la scuola o la facoltà i cui studenti parteciperanno con il progetto più coerente con le direttive del concorso, sarà premiata con una speciale targa conferita dall’Istituto Europeo del Rame.

Le precedenti edizioni hanno visto la partecipazione di studenti, designer e architetti che hanno saputo presentare progetti innovativi che univano l’eleganza di un metallo come il rame e la funzionalità di oggetti di arredo tradizionali e di uso comune, dai quali non ci si sarebbero aspettate forme d’espressione alternative.
Dai complementi d’arredo ai rivestimenti interni ed esterni, dall’illuminazione fino agli oggetti per la cucina o ancora agli elementi tecnici inerenti le energie rinnovabili e il risparmio energetico: tutto può essere reinventato e destinato a differenti utilizzi, coinvolgendo ambienti domestici, spazi commerciali o aree pubbliche, come scuole e ospedali.

Il rame è un materiale eclettico che offre innumerevoli possibilità di lavorazione, e i progetti del concorso potranno combinarlo con altri metalli o con altri materiali, purché ne esaltino le caratteristiche e lo rendano protagonista assoluto delle creazioni presentate. La passione per l’estetica si unisce così alla funzionalità, per creare progetti di design moderni e sostenibili che migliorino il nostro rapporto con l’ambiente, la natura e le risorse che essa ci offre.

La giuria

La giuria incaricata di esaminare i progetti sarà composta da 3 professionisti del settore dell’architettura e del design: l’architetto Massimo Curzi, il designer Matteo Ragni e l’architetto e critico Marco Romanelli.
Il concorso è una delle iniziative proposte dall’Istituto Europeo del Rame: un’organizzazione no profit che da oltre quarant’anni opera a livello nazionale per promuovere e incentivare un maggiore utilizzo del rame e delle sue leghe in tutte le applicazioni, come quelle più creative ed espressive del design e dell’arredo.

La scadenza per la presentazione dei progetti è il 31 Ottobre 2018.

Il bando per il concorso è scaricabile dal sito www.copperalliance.it

Clicca qui per scaricare il comunicato stampa.