Il garage

Una porta del garage comandata elettricamente è pratica e utile, perché ti permette di non dover scendere dalla macchina per aprirla, magari sotto la pioggia. Naturalmente, puoi azionarla con un piccolo telecomando dalla tua macchina, ma se hai bisogno, diventa utile comandarla anche da dentro casa. Meglio ancora, puoi sfruttare il sistema integrato di controllo per la casa (Integrated Home System – IHS). L’integrazione con l’IHS offre molte più possibilità: esaminiamole di seguito.

Il classico comando indipendente

Innanzitutto, esistono molti tipi diversi di porte: ad apertura verso l’interno, verso l’esterno, sezionali, ecc. Il tipo di motore scelto dipenderà dal tipo di porta e dal suo peso; talvolta, è fissato alla porta, ma in genere è montato sul soffitto del garage. Anche se dotato di uno o più piccoli telecomandi, l’installatore può montare anche un pulsante all’interno del garage per azionare la porta dall’interno.

Così, puoi aprire e chiudere semplicemente premendo il pulsante (e arrestare il movimento tenendolo premuto). Il pulsante è collegato al blocco motore mediante due cavi e, di norma, ha solo una porta d’ingresso a questo scopo. Lo svantaggio del comando indipendente è che possiamo azionare la porta soltanto per mezzo del telecomando o del pulsante situato nel garage. Inoltre, il comando non è integrato con gli altri “sistemi” della casa, come il riscaldamento, l’illuminazione, ecc.

L’IHS fa il lavoro per te

Per manovrare la porta con il nostro IHS, il motore deve avere almeno due porte d’ingresso: una per aprirla e una per chiuderla. Ciò consente di sapere quale movimento la porta effettuerà una volta che l’azioneremo, anche quando non è in vista.

In aggiunta, occorre anche installare un rilevatore di contatto alla base della porta, per avere informazioni sullo suo stato (aperta o chiusa). Se non è completamente chiusa, l’IHS invierà un messaggio al tuo telefono o farà lampeggiare una o più luci in casa, per esempio per segnalare che il tuo bimbo ha di nuovo lasciato il triciclo sulla soglia del garage, ostruendola (e facendo automaticamente arrestare la chiusura per ragioni di sicurezza).

Con l’integrazione: 1+1 vale più di 2…

Una volta soddisfatti tutti i requisiti per l’installazione, possiamo fare tutto ciò che vogliamo e da dove vogliamo. Per esempio, possiamo includere il controllo della porta nelle impostazioni locali e generali. Con la funzione “Spegni tutto”, ci è possibile inviare il comando “Chiusura”: se il garage fosse ancora aperto, si chiuderà.

Inoltre, arrivando a casa possiamo non solo aprirlo, ma anche accendere le luci nel vialetto se fuori è buio. Se fa freddo, anche il riscaldamento verrà immediatamente regolato nella modalità comfort.

Se lo si desidera, è possibile far accedere qualcuno alla casa quando siamo distanti, per esempio in ufficio, mediante un’app sullo smartphone o un’applicazione internet sicura. Ancora una volta, grazie a tutte le possibilità offerte dall’integrazione mediante un’IHS, 1+1 non è uguale “soltanto” a 2, ma a molto di più. E senza bisogno di preoccuparsi del costo, poiché l’unica spesa aggiuntiva è quella del magnete per il sensore di contatto. Questo perché tutte le funzioni vengono impostate utilizzando il software IHS già in tuo possesso.