Protezione contro le sovratensioni

I nostri (costosi) dispositivi elettronici sono protetti conto le sovratensioni?

Quando una mucca muore in un pascolo durante un temporale, non è solo se è stata colpita da un fulmine. Un fulmine in prossimità (fino a diversi chilometri di distanza) può causare una differenza di potenziale così grande (leggi: tensione sul terreno) da causare una corrente nel suo corpo tra le gambe anteriori e quelle posteriori.

Senza una protezione adeguata, una fulminazione indiretta può avere un effetto simile sui costosi dispositivi elettronici nella nostra casa. Per evitare ciò occorre installare di una corretta protezione da sovratensioni. Ci aiuterà a prevenire una precoce rottura di apparecchiature elettroniche sensibili o l’accorciamento della loro vita utile.

La differenza tra protezione dai fulmini e contro le sovratensioni

Le case europee sono raramente protette contro fulmini diretti. Case che si trovano in luoghi ad alto rischio (ad esempio, la cima di una montagna o una collina) sono generalmente dotate di protezione esterna dai fulmini, come conduttori in rame e messe a terra. In questi casi, la protezione interna contro i fulmini è necessaria e deve essere realizzata contemporaneamente alla posa dell’impianto elettrico.

La protezione da sovratensioni previene danni agli impianti elettrici contro le fulminazioni indirette così come picchi da altre fonti, ad esempio i motori. I picchi di tensione vengono ridotti a un livello accettabile per la maggior parte degli apparecchi elettrici. Quando si è installata la  protezione interna contro i fulmini, è necessario che sia integrata con un’adeguata protezione contro le sovratensioni per diminuire la rimanente tensione di picco.

Fulminazioni indirette e le loro conseguenze

Alcuni dispositivi elettronici sensibili possono guastarsi a causa di fulminazioni indirette nelle vicinanze (fino a 2 km dalla casa). Vi sarà senza dubbio capitato che un dispositivo si sia rotto senza però conoscerne la causa. Talvolta, capita che il dispositivo non si guasti immediatamente: un picco di tensione improvviso che coinvolge l’elettronica di un apparecchio ne può diminuire la vita utile, rendendo inutilizzabile anzitempo l’apparecchio.

Che dire dell’assicurazione?

I fulmini diretti generalmente causano gravi danni alle nostre case. Nella maggior parte dei casi, l’apparecchio danneggiato è incluso nella garanzie delle comuni assicurazione sulla casa, e il danno sarà rimborsato. É facile provare che il danno è stato causato da un fulmine diretto.

É invece molto più difficile, e in molti casi addirittura impossibile, dimostrare che un danno è conseguenza di fulminazioni indirette. Si dovrebbe considerare l’investimento per protezione da sovratensioni come una polizza di assicurazione una tantum. Inoltre molto spesso la presenza di una protezione contro la sovratensione permette di ottenere un premio più basso per l’assicurazione della casa.

Che cosa si deve proteggere e come?

Tutti i cavi che entrano nella casa hanno bisogno di protezione: in termini concreti, ciò significa il cavo di rete per la tensione 230V, il cavo telefonico o per internet, il cavo coassiale per la televisione anche satellitare. I costruttori hanno sviluppato prodotti specifici per ciascuno di questi sottosistemi. La protezione per la sovratensione è installata all’inizio della circuiteria: si tratta di una protezione media e consiste principalmente di moduli che possono essere inseriti nei normali quadri elettrici. Una finestra verde o rossa segnala se la protezione è in funzione o deve essere sostituita.

La maggior parte dei dispositivi sono collegati sia alla rete sia al sistema coassiale o telefonico. Quindi, non ha senso proteggere uno solo dei sottosistemi. Proteggere i cavi 230V salverà la televisione, ma ci sarà sovratensione nella parte coassiale se anche questa non è protetta.

Un’altra buona protezione?

In caso di protezione media, il restante picco di tensione può ancora ammontare a 275V. Per alcuni dispositivi con componenti elettronici sensibili (ad esempio, TV, audio, computer) questo è ancora troppo. In questi casi, è possibile installare una buona protezione supplementare individuale, per lo più sotto forma di una presa multipla da collegare alla presa a muro. La presa multipla alimenterà il dispositivo che ha bisogno di protezione. Per gli apparecchi che necessitano di connessioni multiple (ad esempio 230V, telefono, coassiali, rete LAN), ci sono buoni dispositivi di protezione in cui i vari cavi possono essere inseriti.