Il rame e la casa 2018

Il rame e la casa 2018 – Design e Sostenibilità

 

La 7° edizione del concorso internazionale “Il Rame e la Casa”, ha visto la partecipazione di oltre 250 progetti in gara, giunti da tutta Europa e da nazioni extra-europee come Corea, Cina e Cile: La loro valutazione è stata effettuata da una giuria qualificata di professionisti del settore composta da Massimo Curzi, architetto, Matteo Ragni, designer e Marco Romanelli, architetto e critico del design.

Quest’anno in particolare, Il Rame e la Casa ha celebrato il contributo che il rame può apportare alla costruzione di un futuro sostenibile, invitando i giovani creativi a progettare oggetti che combinassero funzione e bellezza, sottolineando proprietà del rame quali conduttività elettrica e termica, durabilità, forza e duttilità, oltre alla riciclabilità e alla innata eleganza, storicamente da sempre apprezzata.

La cerimonia di premiazione è avvenuta nella prestigiosa cornice di Salvioni Durini Milano e il primo premio è stato assegnato a “Kink” di Cornelius Comanns.

 

Categoria Architetti e Designer

1° classificato:

Designer: Cornelius Comanns (Germania)
Progetto: “Kink”

Motivazione: Attraverso il gesto elementare di piegare un tubo il designer raggiunge un risultato altamente espressivo sul piano formale e comunque attento alla funzionalità. La piega, usualmente ritenuta un difetto, assume qui connotati positivi, secondo la lezione di Angelo Mangiarotti e di Lorenzo Damiani, e, nella sua imprevedibilità, assicura all’oggetto una varietà (controllata) di forme differenti.

Copper and home competition, kink by comanns

Copper and the home 2018 competition, Kink, by Comanns

2° classificato:

Designer: Luca Ladiana (Italia)
Progetto: “Imbuto”

Motivazione: Attento alla realtà contemporanea, il progetto “Imbuto” propone un kit di soluzioni per la tipologia del vaso da fiori: un soliflor (quando l’imbuto è contenuto all’interno del vetro borosilicato) oppure un grande vaso capiente. Il vassoio inferiore in rame oltre ad essere elemento estetico, protegge le superfici di appoggio.

Copper and the home 2018 competition - Imbuto, by Luca Ladiana

Menzioni d’onore:

Designer:  Paulina Krystyna Sobczyk (Polonia)
Progetto: “Balance”

Motivazione: Le lampade da terra “Balance” interpretano, con garbo e sicurezza, la tendenza contemporanea che vede gli oggetti illuminanti sempre più trasformarsi in sculture.

Copper and the home 2018 competition - Balance, by Paulina Krystyna Sobczyc

 

Designer: Carolina Martinelli e Vittorio Venezia (Italia)
Progetto: “Fili Scoperti”

Motivazione: La lampada a sospensione “Fili Scoperti”, fin dal suo nome, si propone di trasformare in poetico l’elemento più prosaico del lighting design, ovvero il filo. Ciò vale in particolare per il prezioso filo di rame che, usualmente inguainato, viene qui portato allo scoperto grazie alla bassa tensione. 

Copper and the home 2018 competition - Fili scoperti, by Martinelli & Venezia

 

Designer:  Andrea Brugnera (Italia)
Progetto: “Jijji”

Motivazione: Jijji inventa una forma per un oggetto di uso comune nelle sere estive: lo zampirone. Esso, inserito in una trottola, si trasforma in elemento ludico, pur non prescindendo dall’analisi funzionale, come il particolare del manico cavo che funge da camino.

Copper and the home 2018 competition - jijji, by Andrea Brugnera

Categoria studenti:

1° classificato:

Studenti: Claudia Ragnelli e Valeria De Angelis (Italia)
Progetto: “CU Vietato non toccare”

Motivazione: Attraverso il colto riferimento alla poetica di Bruno Munari, le autrici progettano un oggetto-libro tramite il quale, giocando, i bambini potranno comprendere e sperimentare in diretta le proprietà delle rame. Il libro, una volta utilizzato e diversamente interpretato da ciascun bambino, diventerà in se stesso un’opera.

Copper and the home 2018 competition - CU Vietato non toccare, by Ragnelli & De Angelis

Copper and the home 2018 competition- CU Vietato non toccare, by Ragnelli & De Angelis

Menzioni d’onore:

Studenti: Charlotte Martine Stephanie Putois e Ludovic Grégory Lézandron (Francia)
Progetto: “Anknaes”

Motivazione: “Anknaes” si compone di tre vassoi caratterizzati da una gradevole forma organica che, quando non in uso, possono, con un gesto assolutamente insolito, essere impilabili a creare un oggetto scultoreo.

Copper and the home 2018 competition- Anknaes, by Putois & Lèzandron

 

Studenti: Magdalena Zawiazalec e Bartosz Brylewski (Polonia)
Progetto: “Copper Knife”

Motivazione: Giocato al confine tra oggetto d’uso e ornamento per il corpo, “Copper Knife” si configura come una tipologia inedita e innovativa.

Copper and the home 2018 competition- Copper knife, by Zawiazalec & Brylewski