Tubazioni

Tubazioni

Il rame è la tubazione ideale per il trasporto dell’acqua potabile, del gas, del riscaldamento e per gli impianti antincendio

Il rame è probabilmente il materiale per tubazioni più usato in Europa
L’impiego del tubo di rame per la distribuzione dell’acqua potabile, del gas e del riscaldamento è diffuso grazie alla sua affidabilità, durata e sicurezza. Questi i punti di forza del rame:

Affidabilità e durabilità: il rame è un materiale conosciuto e che dura nel tempo. Il primo impianto di distribuzione dell’acqua è stato posato quasi 5000 anni fa in Egitto;

Resistenza: sopporta le alte e le basse temperature, le pressioni, e può essere esposto all’esterno, sotto l’azione dei i raggi UV, dell’aria e degli sbalzi termici;

Versatilità: il rame può essere impiegato per il riscaldamento tradizionale e radiante, il trasporto del gas, dell’acqua potabile, nel solare termico, per i gas medicali, per i fluidi di condizionamento e refrigerazione, nei sistemi antincendio e la geotermia.  Soddisfa i requisiti di sicurezza in un range di temperature e pressioni amplissimo interna;

Risparmio energetico: grazie alla sua eccellente conduttività termica, il rame è il miglior materiale per le tubazioni che devono cedere e sottrarre calore;

Riciclabilità: in caso di demolizione o ristrutturazione, il tubo può essere riciclato senza problemi, per dare nuovi tubi o altri prodotti in rame. Non viene aumentato il volume dei rifiuti smaltiti in discarica;

Salubrità: composto da rame al 99,90% minimo, non contiene additivi, coloranti, composti organici volatili. E’ anche il materiale di riferimento per i gas medicali impiegati negli ospedali;

Bellezza: il rame può essere posato anche all’esterno, per esempio nei termoarredi che sono veri e propri elementi di arredamento interno;

Universalità: il rame e i suoi raccordi rispondono a norme internazionali; sono disponibili in tutti i mercati europei e sono intercambiabili tra loro, senza essere vincolati al produttore.

Acqua potabile

In Italia il rame è ammesso come materiale per l’adduzione dell’acqua potabile fin dal 1968, grazie ad un decreto presidenziale, che lo indicava come materiale permesso in alternativa ai tubi in acciaio.

IIn caso di batteri presenti negli impianti, il rame sopporta le disinfezioni termiche, che avvengono a temperature di 55-60°C e più, anche per tempi prolungati.  Inoltre il rame può rilasciare in acqua solo ioni di rame, che sono necessari per il corretto metabolismo del nostro corpo.

Riscaldamento

Nel riscaldamento il rame è il materiale più utilizzato per le sue ineguagliabili doti di affidabilità, sicurezza e scambio termico, sia negli impianti tradizionali che nei pannelli radianti.

Il rame fonde a 1083 °C: quindi l’acqua calda e il vapore non rammolliscono o deformano il tubo; le alte temperature non diminuiscono la vita utile del tubo (e quindi dell’impianto): pertanto non vi sono “avvertenze o modalità d’uso” che riportano valori di temperatura da non superare.
Un’applicazione particolare è quella degli pannelli radianti . Il rame è senza alcun dubbio il materiale migliore per questo tipo di riscaldamento, poiché la massima efficienza per diffondere il calore si ottiene col materiale con la più alta conduttività termica (oltre mille volte superiore a quella di sostanze plastiche!).
Pertanto i serpentini, a parità di calore da fornire hanno una lunghezza ridotta, passi più ampi e non occupano l’intera superficie del pavimento; oltretutto meno metri di tubo significano meno perdite di carico e meno consumi di energia per le pompe di circolazione.

Trasporto del gas

Secondo la  UNI 7129-1 le tubazioni di rame per il gas possono essere installate pressochè ovunque: a vista, interrate, sotto traccia, in guaine o in strutture appositamente realizzate, a conferma della sicurezza e affidabilità del rame anche per queste applicazioni. La natura metallica rende il rame impermeabile ai gas e quindi non c’è il rischio di perdite e/o contaminazioni dall’esterno all’interno o viceversa.

I punti di forza sono la resistenza al fuoco (classe A1 di reazione al fuoco, la più alta possibile) e alla pressione, l’esposizione agli agenti atmosferici e agli UV senza subire degradazione e la tenuta delle giunzioni.

Il sito dedicato al tubo di rame: applicazioni, caratteristiche, impianti, articoli, video, normative e altre informazioni